fbpx
+39 0331 1393131 naturaleitaliano.info Invia msg Richiedi info

Carrello Il mio carrello 0 prodotti € 0,00

 x 

Esegui il log in per visualizzare il tuo carrello

Barbecue all'italiana: dieci prodotti che non possono mancare sulla tavola

Barbecue all'italiana

Ogni Paese ha le sue tradizioni quando si parla di barbecue, dai prodotti utilizzati alle modalità di cottura. Oggi vi raccontiamo come noi italiani viviamo “la grigliata” e quali sono gli elementi che non possono mancare sulla tavola per trasformare un semplice momento di abbuffata in un’esperienza veramente Made in Italy.

La grigliata italiana: quello che non deve mancare

Se volete proporre ai vostri clienti dei piatti che rappresentino al 100% la tipica grigliata italiana, non potete considerare solo la carne come protagonista; anche verdure, formaggi e pesce hanno la loro importanza. Scopriamo adesso quali sono i 10 prodotti che non possono assolutamente mancare nel vostro menù ispirato alla tradizione del barbecue in Italia.

  • La bruschetta: croccanti fette di pane tagliate spesse, tostate sulla griglia fino a diventare dorate, condite con aglio, olio e prezzemolo e servite con pomodorini freschi a pezzetti
  • Le costine: assolutamente immancabili, soprattutto quelle di maiale. Da far marinare nel frigorifero per un paio d’ore con un po’ di olio, aglio, vino rosso ed erbe aromatiche come rosmarino, salvia o alloro
  • Le salse: degno condimento per tutto, non possono mancare sicuramente le tradizionali come maionese, senape e ketchup, con particolare attenzione anche alla salsa barbecue, in forte crescita negli ultimi anni
  • Le salsicce: da non marinare prima della cottura, la loro composizione grassa le rende perfette da grigliare al naturale; meglio non bucarle per evitare che si secchino troppo, soprattutto su una brace troppo ardente. Da servire ben cotte, meglio se con delle crosticine croccanti
  • La bistecca: inutile dirlo, noi italiani quando parliamo di bistecca pensiamo subito alla fiorentina; in generale, una fetta adatta per la cottura su barbecue deve essere alta almeno 2 centimetri, in modo tale da rimanere succosa e non diventare dura. Ideale è una marinatura di almeno 3 ore con olio, pepe, erbe aromatiche e vino bianco
  • Il pollo: uno dei prodotti preferiti per una grigliata veloce e soddisfacente; le alette sono la parte più gustosa, con la pelle croccante fuori e la carne morbida dentro, facili da preparare e pronte in circa 20 minuti. Solitamente, vengono condite con una spruzzata di limone fresco o con le salse che abbiamo citato precedentemente
  • Le verdure: grigliate sono una verà bontà! Una delle modalità preferite per cuocerle è realizzare degli spiedini, infilando semplici stuzzicadenti in rondelle di zucchine, melanzane, pomodori e peperoni, insaporite con una salsa a base di olio e aglio ed infine condite con sale e prezzemolo.
  • Gli scampi: piatto veloce e semplice da realizzare, in 5 minuti si può servire come antipasto di pesce alternativo alla carne; grigliato è una delizia!
  • I tomini: tipico formaggio italiano a forma rotonda, di piccola pezzatura ed impasto morbido; è tradizione avvolgerlo nella carta stagnola e farlo cuocere direttamente nella brace ardente, fino a quando la consistenza sarà diventata morbida, quasi liquida. Una volta aperto l’involucro, si mangia tutto compresa la crosta, è ideale da affiancare alla carne o meglio ancora ai salumi affumicati come lo speck
  • Il pane fresco: ultimo, ma non per importanza; un prodotto che non può assolutamente mancare per accompagnare una vera grigliata italiana! Si abbina perfettamente con tutto, meglio se leggermente riscaldato sul barbecue fino a raggiungere un aspetto dorato e croccante. E’ importante che il pane sia fresco ma soprattutto di qualità, perché per noi italiani è un elemento fondamentale per poter dare un giudizio positivo sulla vostra grigliata Made in Italy

Come preparare e cuocere la bistecca alla fiorentina

Approfondiamo adesso uno dei piatti più apprezzati nella tradizione culinaria italiana e sicuramente un must per realizzare un vero barbecue all’italiana: la bistecca alla fiorentina. Non tutte le carni sono ideali per prepararla; è necessario infatti un determinato taglio di uno specifico animale. Stiamo parlando della lombata di vitellone, in poche parole il dorso dell’animale, solitamente di età compresa tra gli 8 e i 18 mesi. Quindi niente pollo, tacchino, maiale o cavallo, mi raccomando.

Solitamente, il taglio comprende il filetto ed il controfiletto ma all’esigenza si può anche richiedere solamente il secondo, che risulta decisamente più succulento e meno costo grazie alla presenza di maggiore parte grassa (=marezzatura maggiore). La razza che meglio si addice alla produzione di una bistecca alla fiorentina è la Chianina, ma anche una T-Bone di Angus sicuramente è un’alternativa più che valida. La forma originale è con l’osso a T, ma anche in questo caso si può richiedere di averla già disossata, anche se come tutti sappiamo la carne vicina all’osso è più saporita: a voi la scelta!

Passando al lato pratico, la cottura è un aspetto fondamentale per servire una perfetta bistecca alla fiorentina: in questo caso però non ci sono regole o tempi già prestabiliti, perché molto dipende dal peso della bistecca, che varierà di conseguenza i tempi di cottura. Ci sono però delle regole che si possono seguire per evitare di commettere errori che compromettano definitivamente la qualità del prodotto. La bistecca deve essere tirata fuori dal frigo almeno 3 ore prima della preparazione, in modo tale che possa riposare e raggiungere una temperatura ambiente. E’ essenziale che nel momento in cui si va a mettere la carne sulla griglia, questa sia totalmente rovente: prima di appoggiarla, è meglio aspettare che la fiamma si sia totalmente smorzata, in modo tale che la carne si cuocerà alla giusta temperatura e senza affrettare troppo i tempi. È importante non bucare la bistecca, altrimenti usciranno fuori tutti i succhi che la mantengono morbida ed unica. Come unico condimento consigliamo il sale, da aggiungere solamente a fine cottura; al massimo si può aggiungere anche un goccio di olio rigorosamente extra vergine. Generalmente servono almeno 4 minuti di cottura per lato, in ogni caso fino a quando non si vedranno in superficie le tradizionali goccioline di sangue: il simbolo della bistecca alla fiorentina perfetta. Il colpo finale è tenere la fetta dritta sull’osso per almeno due minuti.

I contorni per il barbecue all’italiana

E’ facile concentrarsi troppo sui piatti principali e dimenticarsi di dare la giusta importanza agli accompagnamenti. Ogni dettaglio è importante per realizzare un soddisfacente barbecue all’italiana. Vediamo adesso alcuni dei prodotti tradizionali che fanno da contorno alla tipica grigliata Made in Italy.

Le patate sono sicuramente tra le più comuni ed apprezzate, soprattutto se accompagnano piatti di carne sia arrosto che al forno; l’aspetto fondamentale è insaporirle nel modo giusto: il rosmarino non può mancare come condimento principale. Anche metterle nella carta stagnola e farle brasare direttamente nella brace è una delle alternative più utilizzate, da condire in seguito con un pizzico di sale ed un goccio di olio.

Gli spiedini di verdura sono un altro perfetto contorno per una grigliata all’italiana, si preparano in pochi minuti e aggiungono un tocco di colore alla tavola, oltre ad essere molto gustosi. Melanzane, zucchine e peperoni sono le scelte più tradizionali, ma anche funghi, pomodori e carote sono molto apprezzati.

Un altro accostamento molto apprezzato è il miele con le carote grigliate, da affiancare ad un menù a base di carne di maiale. Il nostro consiglio finale è di dare spazio alla vostra creatività per realizzare con prodotti freschi e di qualità un eccellente contorno per il vostro barbecue all’italiana.

Copyright ©2023 NATURALEITALIANO SRL. Tutti i diritti riservati. P.IVA IT08935480965
powered by bindcommerceproject by windcommerce
pagamenti_footer_copia.png